martedì 23 maggio 2017

Incontri d'amore



Le cose di Dio non si possono raccontare, sono incontri e segreti d'amore simili ad una rosa che se ne doni un petalo rischi di veder cadere tutti gli altri petali.
A volte è Lui stesso a far sentire il profumo della rosa.
A volte è Lui stesso a dirti
Vieni a me sono io l'acqua che nutre la rosa, sono io l'acqua che si posa sulle foglie della quercia e cade sulla terra e dischiude margherite.
Sono io che dalle rocce traggo i fiori più belli.

Sono io che ti amo.


Dio ci chiama all'incontro d'amore.


Maria Teresa

martedì 2 maggio 2017

Medjugorje messaggio

messaggio 2 maggio 2017

Cari figli, vi invito a pregare non chiedendo, ma offrendo sacrifici, sacrificandovi. 
Vi invito all’annuncio della verità e all’amore misericordioso. 
Prego Mio Figlio per voi, per la vostra fede che diminuisce sempre di più nei vostri cuori. Lo prego per aiutarvi con lo Spirito Divino, come anche io desidero aiutarvi con lo spirito materno. Figli miei dovete essere migliori, solo coloro che sono puri, umili e colmi d’amore sorreggono il mondo, salvano sè stessi e il mondo. 
Figli miei, Mio Figlio è il cuore del mondo, bisogna amarLo e pregarLo e non tradirLo sempre e nuovamente. Perciò voi, apostoli del mio amore, diffondete la fede nei cuori degli uomini, con il vostro esempio, con la preghiera e con l’amore misericordioso. Io sono accanto a voi e vi aiuterò. 
Pregate affinchè i vostri pastori abbiano sempre più la luce per poter irradiare tutti coloro che vivono nelle tenebre. 
Vi ringrazio.

sabato 29 aprile 2017

Santa Caterina da Siena

Conosco poco i Santi perché per conoscerli dovrei leggere tutta la loro vita ma spesso alcune loro parole ed azioni mi appaiono attuali, così come Santa Caterina cresciuta in tempi difficili tendenti alla divisione, richiamava con coraggio  all'unità con la Santa Chiesa e il Papa.
Erano tempi di pestilenze, carestie, guerre ed eresie.
Quel tempo è così diverso da oggi? 
Guerre e rumori di guerre oggi se ne sentono da ogni angolo del mondo perfino nelle famiglie, le
Carestie sono di ogni genere ed in ogni luogo. Vediamo  in Italia i giovani sono senza lavoro (notizia di oggi: Cagliari uno su due senza studio e lavoro),  vivono nelle famiglie natie aiutati dai genitori e nonni ma non si formano famiglie e non nascono più bambini.

Può crescere un Paese?

Da ogni angolo si alzano voci di unmalessere che appare inascoltato e ci si chiede dov'è la politica di quella democrazia che metteva al centro il popolo.
A volte si ha l'impressione che mentre i nostri politici  si muovono nelle loro auto, s'incontrano e decidono, si siano dimenticati del lavoro e del popolo.
Le leggi emesse dovrebbero essere fatte perché il popolo ne ha bisogno e non solo per pochi.
Dovrebbe esserci una certa cultura della vita  come l'aiuto al malato e alla famiglia, mettendo in primo piano il popolo forse crescerebbero giovani meno arrabbiati. Nonostante tutto siamo un Paese ricco di "perle" ma che sembrano chiuse dentro gusci di conchiglie che solo la mano di uomini saggi potrebbero dischiudere per portare alla luce quei valori, invece... I giovani scappano in altri Paesi ed in compenso arrivano persone con altre culture come una forma di sostituzione, ma... 

Prima ci si prende cura del vicino, se no è ipocrisia. 

Noi siamo un popolo buono ed accogliente perché la sua radice è nella cultura cristiana ed è vero che
Il cristiano non ha paura e non si chiude all'altro ma insieme alla carità si usa la ragione!
è sempre una questione di armonia non di squilibri. 

Una politica che metteva al centro la famiglia, ha portato l'Italia ad essere tra le prime potenze al mondo, un miracolo italiano:

https://www.avvenire.it/agora/pagine/italia-miracolo-ucciso-lobby

Erano uomini che avevano cura del popolo e la loro forza era nell'essere cattolici e come diceva Bernabei l'Italia è stata colpita nel cuore della sua forza.


Ma ora mi domando se "C'è carestia anche nel cuore"


Desiderio di Dio davanti a tutto, davanti a se stessi, questo è l'essenziale.

Purtroppo un altro problema di oggi è la divisione, anche chi combatte per il bene rischia di dividersi mettendo in discussione il Santo Padre anziché mettere in discussione una semplice esternazione personale come quella sugli immigrati che può essere discussa.

Unità! Unità ed armonia tra noi e con Dio, questo dovremmo non tacere.
Lavoriamo per il bene ed ogni giorno ci si può rialzare e comprendere.


Ai cattolici che credono nelle Parole di Gesù: "Tu  sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa e le porte degli inferi non prevarranno su di essa"  vorrei dedicare le parole di Santa Caterina da Siena:

“Solo nell’obbedienza al Papa – stanno coloro che hanno lume, che con lume conoscono la verità, e conoscendola, l’amano!



Santa Caterina da Siena,
Sii nostra Patrona.

domenica 2 aprile 2017

Medjugorje messaggio del 2 aprile 2017

Cari figli,
apostoli del mio amore, tocca a voi diffondere l'amore di mio Figlio a tutti coloro che non lo hanno conosciuto. Voi, piccole luci del mondo, alle quali io con amore materno insegno a brillare in modo chiaro, con pieno splendore.
La preghiera vi aiuterà, perché la preghiera salva voi, la preghiera salva il mondo. Perciò figli miei, pregate con le parole, con i sentimenti, con l'amore misericordioso e con il sacrificio. Mio Figlio vi ha indicato la strada. Lui che si è incarnato, ha fatto di me il primo calice. Lui che con il suo supremo sacrificio vi ha mostrato come bisogna amare. Perciò, figli miei, non temete di dire la verità. Non temete di cambiare voi stessi e il mondo: diffondendo amore, facendo in modo che si conosca e si ami mio Figlio, amando gli altri in Lui.
Io, come madre, sono sempre con voi. Prego mio Figlio che vi aiuti e che nella vostra vita regni l'amore: amore che vive, amore che attira, amore che dona vita. Vi insegno ad avere un amore così: puro! Sta a voi, apostoli miei riconoscerlo, viverlo, diffonderlo. Pregate con i sentimenti per i vostri pastori, possano con l'amore testimoniare mio Figlio.

Vi ringrazio.

venerdì 31 marzo 2017

Regina della pace

Regina della Pace, 
Regina della Pace, 
ho il cuore ferito: 
lo porto a te,
lo consegno a te
che hai sofferto per tuo Figlio. 
Vergine Madre ti imploro,lascia che volga a te i miei occhi,
Regina della Pace ti prego
da' speranza al mio dolore. 

Madre dell'Amore,
Madre dell'Amore,
la menzogna mi distrugge.
Voglio stare qui,
veglia con me,
cerco la tua consolazione:
solo vicino te sto bene,
e ritorna azzurro il cielo.
Madre dell'Amore ti prego
da' speranza al mio dolore. 

Regina della Luce,
Regina della Luce,
fonte viva di speranza.
Dolce chiarore,
Madre pietosa,
il nostro popolo confida in te.
Bianca luce che ci guida
e illumina le nostre vite,
Regina della Luce ti canto,
Pace di chi si affida a te,
Pace di chi si affida a te.





https://youtu.be/hCRKsdG-m_Q



domenica 26 marzo 2017

Medjugorje messaggio del 25 aprile 21017

"Cari figli!

 In questo tempo di grazia vi invito tutti ad aprire i vostri cuori alla misericordia di Dio affinché attraverso la preghiera, la penitenza e la decisione per la santità iniziate una vita nuova.

Questo tempo primaverile vi esorta, nei vostri pensieri e nei vostri cuori, alla vita nuova, al rinnovamento.
Perciò, figlioli, io sono con voi per aiutarvi affinché nella determinazione diciate SÌ a Dio e ai comandamenti di Dio. Non siete soli, io sono con voi per mezzo della grazia che l'Altissimo mi dona per voi e per i vostri discendenti.

Grazie per aver risposto alla mia chiamata”.


in Spagnolo:

“Queridos hijos! En este tiempo de gracia los invito a todos a abrir sus corazones a la misericordia de Dios, para que a través de la oración, la penitencia y la decisión por la santidad, comiencen una vida nueva. Este tiempo primaveral los estimula en sus pensamientos y corazones a una vida nueva, a la renovación. Por eso, hijitos, yo estoy con ustedes para ayudarlos a que, con determinación, digan SÍ a Dios y a los Mandamientos de Dios. Ustedes no están solos, yo estoy con ustedes por medio de la gracia que el Altísimo me concede para ustedes y sus descendencias. Gracias por haber respondido a mi llamado."


venerdì 24 marzo 2017

Dio è amore

O Signore cos'è l'infinito?
È quando ti sento passeggiare nel mio giardino.
O Signore cos'è l'infinito?
È quando ti incontro nel cuore di chi  ama.
O Signore, cos'è l'infinito?
È quell'attimo di eternità nell'Eucaristia.
Questa vita è la tua poesia
 lunga quanto il mio cammino, in sè ha le stagioni,  e con la primavera c'è anche l'inverno, così come il silenzio col suo autunno e  l'estate giocosa è felice come un bimbo amato dal padre e dalla madre che neanche il tuono conta!
 Ed io ascolto Signore, non sempre lo so fare. A volte è come giocare a nascondino  ma il bimbo sono io e  quando ti trovo è festa e mi fai credere di essere stata io a trovarti.

O Signore, cos'è l'infinito nel dolore? È...
Potrei dire tante parole
ma la più alta,
la più eccelsa è questa:
È guardare il volto del Messia,
È vedere l'Amore che ha sofferto
Per me.

Cos'è l'infinito?

È esplorare il cielo, la terra, è cercarti negli uomini ovunque mi trovi, è trovarti è non trovarti. È capire che il tuo tocco nel mio cuore mi fa gioire e mi fa soffrire, perché io ti cerco
Così come un pozzo vuole acqua,
Così come un vaso vuole vino
e il piatto vuole il pane
Perché la terra deve essere irrigata, la gioia donata e il pane condiviso
E noi siamo tuoi

dolcissimo infinito.