martedì 2 agosto 2016

Medjugorje messaggio del 2 agosto 2016

+++ Cari figli

sono venuta a voi, in mezzo a voi, perché mi diate le vostre preoccupazioni, affinché possa presentarle a mio Figlio e intercedere per voi presso di lui per il vostro bene. So che ognuno di voi ha le sue preoccupazioni, le sue prove. Perciò maternamente vi invito: venite alla Mensa di mio Figlio! Egli spezza il pane per voi, vi dà se stesso. Vi dà la speranza.

Egli vi chiede più fede, speranza e serenità. Chiede la vostra lotta interiore contro l’egoismo, il giudizio e le umane debolezze. Perciò io, come Madre, vi dico: pregate, perché la preghiera vi dà forza per la lotta interiore. Mio Figlio, da piccolo, mi diceva spesso che molti mi avrebbero amata e chiamata “Madre”. Io, qui in mezzo a voi, sento amore e vi ringrazio! Per mezzo di questo amore prego mio Figlio affinché nessuno di voi, miei figli, torni a casa così come è venuto. Affinché portiate quanta più speranza, misericordia e amore possibile; affinché siate i miei apostoli dell’amore, che testimonino con la loro vita che il Padre Celeste è sorgente di vita e non di morte. Cari figli, di nuovo maternamente vi prego: pregate per gli eletti di mio Figlio, per le loro mani benedette, per i vostri pastori, affinché possano predicare mio Figlio con quanto più amore possibile, e così suscitare conversioni.

Vi ringrazio!

sabato 30 luglio 2016

incontro

Il silenzio nel malato.

Quante volte ho richiamato alla preghiera ricordando quanto essa sia alla base di tutto.
Perché pregando si incontra Dio e la nostra vita è tutta un incontro ma questo è alla base di ogni bellezza e forza.

Però mi capitava di sentire qualche Sacerdote dire che davanti al mistero del dolore... Davanti alla sofferenza, si può solo tacere.
Devo dire che da combattente, capivo e non capivo.
Oggi più che mai capisco che a volte ci sono malattie che ti tolgono il sapore del paradiso e ti lasciano il gusto dell,aceto. In quei momenti si volgono gli occhi al cielo e lasci che  sia lo sguardo di chi ti ama a farti compagnia.

In chi ti sta vicino capendo e in silenzio... Ecco, in quel silenzio c'è il profumo divino.

Dio si fa sempre carne

lunedì 4 luglio 2016

Il Salvatore

Prendi la mia mano
ora e sempre

Così, come ieri

Sei venuto per destarmi dal sonno della morte,
Risvegliami ogni giorno,
mio amato.

Tu sei il mio sposo insieme al mio sposo e la Trinità si ripete, si incarna e vive.

Sono piena di santi e d'amore nella vita che mi hai donato.

Tu, mio Salvatore dolcissimo
Ed io una fanciulla che gioisce della tua luce.

Matteo 9,18-26

domenica 3 luglio 2016

Medjugorje 2 luglio 2016

Cari figli 

La mia presenza


Reale e

Vivente in mezzo a voi deve rendervi felici,

 perché questo è il grande amore di mio Figlio. 

Egli mi manda in mezzo a voi affinché, con materno amore, io vi dia sicurezza; affinché comprendiate che dolore e gioia, sofferenza e amore fanno sì che la vostra anima viva intensamente; 

affinché vi inviti nuovamente a celebrare il Cuore di Gesù, il cuore della fede: l’Eucaristia. 

Mio Figlio, di giorno in giorno, nei secoli ritorna vivente in mezzo a voi: ritorna a voi, anche se non vi ha mai abbandonato. Quando uno di voi, miei figli, ritorna a lui, il mio Cuore materno sussulta di felicità. Perciò, figli miei, ritornate all’Eucaristia, a mio Figlio. La strada verso mio Figlio è difficile e piena di rinunce ma, alla fine, c’è sempre la luce. Io capisco i vostri dolori e le vostre sofferenze e, con materno amore, asciugo le vostre lacrime. Confidate in mio Figlio, poiché Egli farà per voi quello che non sapreste nemmeno chiedere. Voi, figli miei, voi dovete preoccuparvi soltanto per la vostra anima, perché essa è l’unica cosa che vi appartiene sulla terra. Sudicia o pura, la porterete davanti al Padre Celeste. Ricordate: la fede nell’amore di mio Figlio viene sempre ricompensata. Vi chiedo di pregare in modo particolare per coloro che mio Figlio ha chiamato a vivere secondo lui e ad amare il loro gregge. 

Vi ringrazio”.

mercoledì 11 novembre 2015

Lodare Dio ogni momento

Cristo è vicino a me:
a lui mi avvicino e lui mi stringe.
Non avrei saputo amare il Signore
se lui per primo non mi avesse amato.
Chi può comprendere l'amore, se non chi ama?
Stringo l'amato e la mia anima lo accoglie
e lì dove egli si riposa, io sto.
Non sarò più uno straniero per lui,
perché non c'è odio nel Signore.
Sono legato a lui come l'amante
che ha trovato l'amato del suo cuore.
Perché amo il Figlio,
diverrò figlio.
Sì, chi sta con chi non muore,
non morrà.
Colui che si compiace della Vita,
a sua volta sarà vivo.
Tale è lo Spirito del Signore senza menzogna
che insegna agli uomini a conoscere le sue vie.

Odi di Salomone (testo cristiano ebraico del 2° secolo)

venerdì 6 novembre 2015

Messaggio del 2 novembre 2015

"Cari figli, 

desidero parlarvi di nuovo dell’amore. 
Vi ho radunati intorno a me nel nome di mio Figlio, secondo la sua volontà.
Desidero che la vostra fede sia salda e provenga dall’amore, perché quei miei figli che capiscono l’amore di mio Figlio e lo seguono, vivono nell’amore e nella speranza. 
Hanno conosciuto l’amore di Dio. 
Perciò, figli miei, pregate, pregate per poter amare il più possibile e compiere opere d’amore. 
Perché la sola fede, senza amore e opere d’amore, non è quello che vi chiedo.
Figli miei, quella è una parvenza di fede, è un lodare se stessi. 
Mio Figlio chiede fede e opere, amore e bontà. 
Io prego, ma chiedo anche a voi di pregare e vivere l’amore, perché desidero che mio Figlio, quando guarderà i cuori di tutti i miei figli, possa vedere in essi amore e bontà, non odio ed indifferenza. 
Figli miei, apostoli del mio amore, non perdete la speranza, non perdete la forza: voi lo potete fare! 
Io vi incoraggio e benedico, perché tutto ciò che è di questa terra, che purtroppo molti miei figli mettono al primo posto, scomparirà e resteranno solo l’amore e le opere d’amore, che vi apriranno le porte del Regno dei Cieli.
Io vi attenderò presso quelle porte, presso quelle porte desidero attendere ed abbracciare tutti i miei figli. 
Vi ringrazio".



Medjugorje

Regina della pace a Mirijana

sabato 26 settembre 2015

Medjugorje messaggio del 25 settembre 2015

"Cari figli!


Anche oggi
Prego lo Spirito Santo che riempia i vostri cuori con una forte fede. La preghiera e la fede riempiranno il vostro cuore con l'amore e con la gioia e voi sarete segno per coloro che sono lontani da Dio. Figlioli, esortatevi gli uni gli altri alla preghiera del cuore perchè la preghiera possa riempire la vostra vita e voi, figlioli, ogni giorno sarete soprattutto i testimoni del servizio: a Dio nell'adorazione ed al prossimo nel bisogno. Io sono con voi ed intercedo per tutti voi. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.”
Messaggio a Marija del 25 Settembre 2015